RSS

Archivi tag: Torino

Malnutrizione: un convegno a Torino 16 ottobre

Il 16 ottobre a Torino, il 17 ottobre a Ivrea e il 19 ottobre a Savigliano si svolgeranno i Convegni internazionali “Cibo sano per tutti. Se c’è più cibo sano ci sono meno malattie” ai quali parteciperanno esperti del CCM – Comitato Collaborazione Medica, di Slow Food, di Expò 2015, antropologi e nutrizionisti.

La malnutrizione rappresenta una piaga ancora tutta da combattere, come dimostrano anche gli ultimi dati diffusi dalla Fao nel suo rapporto sullo stato dell’insicurezza alimentare mondiale. Nel mondo una persona su otto soffre di malnutrizione cronica, 842 milioni di persone hanno sofferto la fame nel biennio 2011-2013, pari al 12% della popolazione mondiale e i Paesi che sono maggiormente colpiti sono quelli dove ci sono state guerre, dove le infrastrutture sono poco sviluppate e dove manca l’accesso al mare.

La mancanza di un adeguato apporto energetico e di nutrienti porta a non poter svolgere una vita sana e i danni si manifestano a livello di salute con malattie gravi, disabilità e morti. All’opposto sono sempre maggiori anche le malattie collegate ad alimentazioni troppo abbondanti e sbilanciate. Il cibo rappresenta sempre più una cartina di  tornasole delle profonde differenze e disparità del nostro mondo.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 10/10/2013 in Segnalazioni

 

Tag: ,

La Torino dei ciclisti: Non votate il biciplan!

Pubblichiamo il comunicato dei nostri amici di Torino Bike Pride

È con un provocatorio appello ai Consiglieri comunali che i rappresentanti delle associazioni Bike Pride e Bici&Dintorni, federate FIAB, che lo scorso 26 maggio hanno portato in strada 30.000 torinesi, rispondono agli ultimi interventi dell’Amministrazione.

Sconcertati per una serie di lavori mal fatti o incomprensibili, i portavoce dei ciclisti fanno appello al senso di responsabilità degli amministratori: “Vorremmo ribadirlo per un’ultima volta: gli interventi fatti male non incrementano il numero degli spostamenti in bicicletta, obiettivo cui l’amministrazione sostiene di ambire, né tanto meno incrementano la sicurezza. Così sono solo uno spreco di denaro”. È il commento del presidente di Bike Pride Zanchetta.

DSC_0054

Sotto la lente di ingrandimento degli esperti sono finiti alcuni degli interventi che il Comune ha appena realizzato in fretta e furia, per rispettare gli accordi presi proprio con i ciclisti, in mesi di confronto. Nello specifico si fa riferimento al già discusso attraversamento ciclabile di piazza XVIII Dicembre, ormai completamente scolorito e che anche nella sua forma migliore non inciderebbe minimamente sulla velocità e traiettoria delle auto e quindi su un aumento della sicurezza dell’attraversamento.

“Costringere i ciclisti, perché se presenti il codice obbliga ad usare le piste ciclabili, ad utilizzare un attraversamento visibilmente pericoloso, mettendo a rischio la vita delle persone, non solo è insensato, ma è quantomeno criminale.”commenta Beppe Piras uno dei portavoce. “Gli interventi per essere efficaci devono essere utili e sicuri, altrimenti meglio non farli”.

IMG_0079

Un altro intervento che ha sollevato molte critiche e anche molta ilarità fra gli utilizzatori abituali della bicicletta è la neo realizzata pista ciclabile di Lungo Dora Siena a servizio del nuovo polo Universitario del Campus Luigi Einaudi. Su di un tratto di strada a senso unico, poco frequentato e a quasi esclusivo utilizzo della Facoltà in cui vi era tutto lo spazio sulla carreggiata si è pensato di garantire l’accessibilità in bicicletta al sito semplicemente tirando una striscia bianca sul marciapiede, togliendo, così, spazio ai pedoni per non infastidire gli automobilisti. “Con questi interventi non si incentiva la mobilità ciclabile, si disincentiva quella pedonale e si crea conflittualità” interviene Del Carlo, vice presidente di Bike Pride, aggiungendo “bisogna ribaltare l’ordine di priorità nella distribuzione dello spazio stradale, più spazio ai mezzi pubblici e alle biciclette riducendo lo quello riservato alle 4 ruote private, basta alle convivenze forzate di pedoni e ciclisti, le ciclopedonali promiscue sui marciapiedi sono un errore che non siamo più disposti ad accettare”.

Ma la ciliegina sulla torta è stato l’ultimo intervento in senso temporale, la realizzazione della nuova fermata del 68 sempre in Lungo Dora: per non intervenire sulla sosta, tra l’altro non regolamentata in quel tratto,la fermata è stata piazzata perfettamente sulla pista ciclabile, impedendone completamente l’utilizzo. È schizofrenico l’operare dell’amministrazione, che fa smontare i dehors esistenti e poi non si preoccupa di invadere e bloccare le piste esistenti rendendole di fatto inutilizzabili.

Auspichiamo un cambio di mentalità nel gestire le varie componenti della mobilità cittadina da parte degli addetti ai lavori in quanto è la realtà stessa dei fatti che lo richiede. Ne sono testimonianza le abitudini già acquisite negli ultimi anni da innumerevoli cittadini che hanno fatto della bici il mezzo quotidiano di spostamento. Fenomeno oltretutto in evidente e forte crescita”, conclude Mario Agnese, presidente di Bici&Dintorni.

Insomma sembra che fra la realtà dei fatti e le belle parole passi ancora la distanza che c’è fra l’improvvisazione e la buona amministrazione.

Associazione Bike Pride, Associazione Bici&Dintorni, Coordinamento FIAB Nord Ovest

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 10/07/2013 in Segnalazioni

 

Tag: , , ,

Torino – il Bikepride dei coltivatori di biciclette

IMG_0096

Il 26 maggio a Torino si è svolta la quarta edizione del BIKE PRIDE. Quest’anno c’erano anche i nostri coltivatori del progetto: “Coltiviamo la Bicicletta“ per portare biciclette in Tanzania.

Aiutaci a sostenere questo progetto facendo una donazione o, ancora meglio, attiva la tua raccolta personale e scegli questo progetto come beneficiario: http://www.retedeldono.it/progetti/bike-pride/bikepride2013

I fondi raccolti con Rete del dono verranno devoluti al progetto (a parte una piccola parte a copertura delle spese della manifestazione di quest’anno). 

 

Tag: , , , ,

Bike Pride per Tulime onlus, Torino 26 maggio

Si svolgerà il 26 maggio a Torino la quarta edizione del BIKE PRIDE. lQuest’anno la manifestazione sarà a sostegno del nostro nuovo progetto: “Coltiviamo la Bicicletta“.

Aiutaci a sostenere questo progetto facendo una donazione o, ancora meglio, attiva la tua raccolta personale e scegli questo progetto come beneficiario: www.retedeldono.it/fundraiser/register

Tulime insieme alla preziosa collaborazione con l’associazione Happy Trail Mtb di Mocalieri (TO) e con l’associazione Muovi Equilibri, propone Tulime Baiskeli “coltiviamo la bicicletta”. Il fine del progetto Tulime Baiskeli è di diffondere l’uso della bicicletta tra i villaggi dell’altopiano di Iringa, che per la maggior parte della popolazione locale è un bene di lusso ed in pochi sanno utilizzarla, in modo tale da migliorare gli spostamenti e ridurre le energie impiegate nel trasporto dei materiali in armonia con l’ambiente. Il progetto avrà dunque due beneficiari: i viaggiatori che si immergeranno totalmente nella vita dei villaggi attraversandoli con gli occhi del “cicloturista consapevole” e la comunità locale che, al termine del viaggio, avrà in dono le biciclette. Inoltre, nel lungo periodo, il progetto prevede la creazione di una ciclofficina con la finalità di rendere autonoma la popolazione nella gestione delle biciclette.

I fondi raccolti con Retedeldono verranno devoluti al progetto (a parte una piccola parte a copertura delle spese della manifestazione di quest’anno). 

E per chi non conoscesse il Bike Pride cosa fa: promuove la bicicletta in città, come sinonimo di civilità, di sostenibilità, di sicurezza stradale e di vivibilità e vogliamo ribadirlo con una parata d’orgoglio a due ruote.  Dimostriamo all’amministrazione che vogliamo cambiamenti concreti, inondiamo la città di Biciclette e festeggiamo civilmente e pacificamente su migliaia di biciclette scampanellanti! 

Ci vediamo il 26 maggio, ore 15:00 Viale Virgilio @ Parco Valentino – Torino

Leggi di che si tratta e… sostieni con noi la bicicletta! http://www.retedeldono.it/progetti/bike-pride/bikepride2013

[Nella foto Mister Efraim Mazengo]


Bike pride per Tulime

 
 

Tag: , , , ,

Avigliana (TO), 4 giugno: C’è un tempo per seminare

Venerdì 4 giugno, ad Avigliana (TO), alle ore 21C’è un tempo per seminare“.

La prima volta in Piemonte di Tulime in cui verranno presentati i progetti di cooperazione e co-sviluppo in Tanzania.

L’incontro sarà presso l’Auditorium delle scuole medie Defendente Ferrari di Avigliana
via Cavalieri di Vittorio Veneto, 3 (vedi mappa)

 
 

Tag: , ,