RSS

Archivi tag: Scuola

Nepal: ecco i risultati delle vostre donazioni

11215872_877462425667505_6712376764808923269_n

11270670_878365648910516_130551581030701760_o

Grazie all’aiuto di tutti voi, siamo riusciti a sostenere  con primi interventi le comunità nepalesi con cui cooperiamo a Chhaling e a Bhaktapur, colpite dal terremoto del 25 aprile e del 12 maggio. Abbiamo deciso a cosa finalizzare le prime donazioni ricevute (1500 €, pari a 162.000 Rupie Nepalesi) e le abbiamo inviate in Nepal alcuni giorni fa. Con questi fondi siamo stati in grado di acquistare:

  • 25 fasci di lamiere di zinco (‘Home kit‘) necessari per la costruzione di rifugi temporanei. Le lamiere sono state donate alle famiglie dei bambini della scuola Shree Gyan Joyti di Chhaling (dove Tulime opera da qualche anno), che hanno subito più danni dal terremoto e avuto maggiori difficoltà per ricostruire il loro futuro. Le lamiere sono fondamentali per fornire un riparo immediato che faccia fronte all’arrivo imminente dei monsoni. In questo modo abbiamo aiutato 15 famiglie del villaggio di Chhaling e 5 famiglie della vicina città di Bhaktapur che hanno a loro volta perso tutto a causa del sisma,
  • 4 pacchi di riso da 30 kg destinati alle 4 famiglie più povere e bisognose tra quelle degli studenti della scuola di Chhaling,
  • 57 zaini per la scuola e materiale scolastico (‘Learn Kit, School Kit e Student Kit’) per tutti i bambini della scuola di Chhaling che vanno dalla 1a alla 8a Molti bambini hanno perso tutta l’attrezzatura scolastica durante il terremoto. I kit includono uno zaino con dentro quaderno, penna, matita, gomma da cancellare e temperamatite. Inoltre abbiamo donato anche dei set di colori a matita per gli studenti dalla 1a alla 4a classe e dizionari Nepalese-Inglese per i ragazzi dalla 5a alla 8a.

Insieme abbiamo aiutato 125 persone nell’area di Chhaling e ridato una piccola fetta di speranza a coloro che l’avevano persa. Il vostro aiuto ci permette quotidianamente di continuare a coltivare sogni e speranze per il futuro del Nepal.

Condividete il nostro operato con amici, familiari e colleghi!

Ecco:

a) un dettaglio che descrive come le vostre donazioni sono state utilizzate

b) il ‘Report scuola’ ultimato giorno 13 Giugno, precedentemente alla consegna del materiale acquistato.

Resoconto spese dopo le prime donazioni

Report scuola

Se volete essere aggiornati sulle iniziative di Tulime Onlus in Nepal, potete inviare un’email all’indirizzo info@tulime.it o iscrivervi alla nostra newsletter.

11061320_878365528910528_3860716887621062261_n

10930178_876479752432439_7424360829871290062_n

1517874_876479789099102_7373580388661866520_o

Web-site: www.tulime.org

Blog: noicoltiviamo.wordpress.com

Fb page: Tulime Onlus

Fb page for Nepal: Help Nepal – by Tulime Onlus

Fb group per crowd-funding per la comunità di Bhaktapur: Help Rebuild Nepal: Kaminani, Tekhacho, Ward 16, Bhaktapur Project

Destinazione 5 x Mille a Tulime onlus: C.F. 97176330823

Modalità per le donazioni:

  1. Donazioni a supporto del villaggio di Chhaling (Changunarayan municipality, wards 1, 2, 3 and 4) in Nepal:
  • Banca Toniolo
    IBAN: IT24 L089 5204 6000 00000182070
    SWIFT/BIC code: ICRAITRRQG0
  • Paypal address: donazioni@tulime.org
  1. Donazioni a supporto della comunità di 35 famiglie di Tekhacho, Bhaktapur, Nepal:

https://life.indiegogo.com/fundraisers/1272224?fb_action_ids=10152960039271006&fb_action_types=og.sharesReport scuola Resoconto spese dopo le prime donazioni

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 29/06/2015 in Nepal

 

Tag: , ,

Lezioni riprese nella scuola di Chhaling

Dal 25 aprile, il giorno della prima scossa di  terremoto (magnitudo 7.9), in Nepal le scuole sono rimaste chiuse per più di un mese. Non si prevedevano tempi così lunghi, ma purtroppo la seconda forte scossa del 12 maggio di magnitudo 7.4 ha creato ulteriori conseguenze sugli edifici, anche quelli scolastici, e sulle persone. Il Governo ha quindi rinviato la riapertura delle scuole sino al 31 maggio. Nel frattempo, tecnici governativi  hanno valutato le strutture scolastiche, assegnando un red label a quelle inagibili e un green label a quelle sicure. Nel caso delle scuole danneggiate o distrutte, il governo ha disposto la realizzazione di strutture temporanee, per consentire comunque il ritorno alla normalità, almeno per i bambini e, in qualche modo, per le loro famiglie. In alcune scuole private danneggiate le attività didattiche riprenderanno in due turni.

Il Ministero dell’Istruzione intende assicurare, almeno per una  prima fase di ripresa delle lezioni,  un supporto  psico-sociale agli studenti; sappiamo che le attività  connesse a tutto quanto serve per organizzare la riapertura delle scuole sono state assegnate agli uffici scolastici dei Distretti.

Nei giorni scorsi abbiamo saputo che la Shree Gyan Joyti School di Chhaling si è meritata il suo green label, ed a partire dal 31 Maggio le lezioni sono lentamente riprese. I primi due giorni gli studenti presenti a scuola non raggiungevano il numero di 15 ma nei giorni successivi la situazione è leggermente migliorata. Si spera che entro un paio di settimane tutti gli studenti facciano ritorno a scuola.

Nei prossimi giorni condivideremo piccoli aggiornamenti riguardanti le attività svolte a scuola direttamente da Chhaling!

11334188_866992043381210_638392248797675193_o

11423843_866992753381139_3050534745213725036_o

11270555_866993080047773_6708600337166613273_o

The schools were closed down for a month following the April 25 (7.9) earthquake. Nobody could forecast such a prolonged interruption of classes but the powerful tremor (7.4) of May 12 has caused further damages to many other buildings and people. Most of the schools have reopened from May 31, although the curricular activities in some of the school buildings would be operated after some days, according to the decision of the Ministry of Education. In the meanwhile, government technicians evaluated the conditions of schools, conferring a red label to those which cannot be entered and a green label to the secure ones. In the case of damaged or collapsed schools, the government is proceeding with the realization of temporary structures in order to let the return to normality, at least for children and their families. The government has the policy to provide with psycho-social counseling to the students before resuming classroom activities.

In the previous days we’ve got to know that the Shree Gyan Joyti School of Chhaling was given a green label and the school activities have started after May 31. The first two days just less than 15 students came to school but in the following days the situation has slowly improved. We hope that in a couple of weeks all the students will be back to school.

In the next days we will share updates about the school activities directly from Chhaling!

 

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 09/06/2015 in Nepal

 

Tag: , ,

Mwalimu è “maestro” in swahili, ma per Tulime significa molto di più

Il progetto “Borse di studio” viene portato avanti da Tulime Onlus fin dal 2002 e mira all’erogazione di borse di studio a vantaggio di giovani studenti dei 11 villaggi tanzaniani con cui l’associazione coopera, nell’ambito della formazione  secondaria.Si presenta come un progetto “a lungo termine”, trasversale agli interventi che Tulime Onlus porta avanti sull’altopiano di Iringa. L’esperienza pregressa, le numerose richieste, nuove consapevolezze scaturite da analisi del contesto sociale e culturale, hanno portato l’associazione a perseguire l’impegno nel creare un legame tra la sua progettualità in vari ambiti (promozione dell’artigianato, albinismo e disabilità, etc.), i soggetti che ne sono beneficiari diretti o collaboratori e le richieste di sostegno per iniziare o continuare un percorso di studi che sia, per quanto possibile, coerente con il progetto all’interno del quale i beneficiari delle borse di studio sono inseriti.

E’ in quest’ottica che nasce “Mwalimu”, un progetto satellite che permette di dare continuità all’erogazione di borse di studio a favore di soggetti economicamente svantaggiati e che soffrono di emarginazione sociale e difficoltà all’accesso alla formazione come, per esempio, la popolazione albina.

Stefania, referente di Tulime Onlus in Tanzania, ci racconta come si sviluppa il progetto e ci svela alcune curiosità.

“Mesi fa, a conclusione del corso di sartoria organizzato da Mani d’ Africa, i volontari coinvolti, Alice e Jesus, hanno discusso con le ragazze rispetto alle loro aspettative per il futuro. E’ emerso che tre di loro avrebbero voluto frequentare la scuola secondaria e ottenere un diploma. Questo non ci ha sorpresi affatto perchè, soprattutto per una donna, avere un’ istruzione fa la differenza sul ruolo che si ricoprirà in famiglia e nella comunità. Ci ha invece lasciati abbastanza perplessi venire a conoscenza dei costi dell’istruzione secondaria: le cifre infatti sono abbastanza alte, in alcuni casi esorbitanti e le nostre corsiste, con situazioni economiche e familiari difficili, non avrebbero senz’altro potuto farvi fronte. Abbiamo iniziato ad pensarci per trovare una soluzione e, grazie a sforzi congiunti ed intercontinentali, alla fine è nato il “progetto Mwalimu” (maestro in kiswahili) con lo scopo di supportare i giovani che vogliano intraprendere gli studi secondari, ma che per vari motivi non possano farlo in autonomia. Quest’anno sono state assegnate delle borse di studio a tre delle corsiste di Mani d’ Africa, Felista, Rebentina e Regina.

IMG_20150217_095902

Voglio raccontarvi cosa combina la più giovane delle tre ora che ha iniziato la scuola.

Un mese fa dopo aver sostenuto una prova di ingresso, Felista è stata ammessa a frequentare la classe pre-form one della scuola secondaria Nyota ya asubuhi, gestita da alcune missionarie della consolata, un istituto di eccellenza che vanta risultati ottimi a livello nazionale. Ci avevamo sperato tanto perchè la scuola è perfetta e molto organizzata, ma soprattutto ogni studente ha la possibilità di scegliere un’attività pratica che porterà avanti per tutto il percorso scolastico. Fra le varie attività c’è il cucito! Felista spera diventi il suo mestiere. Con il tempo, durante le lezioni di inglese e matematica di preparazione al test di ingresso, mi sono legata molto a questa ragazza, silenziosa ed educata, e, qualche tempo fa, insieme ad Alessandro e Simona, sono andata a farle visita a scuola. Nonostante la sua naturale riservatezza, appena scesi dalla macchina è arrivata di corsa e ci ha abbracciati forte, commossa da questa visita inaspettata. L’abbiamo interrotta mentre faceva una lezione extra di maglieria. Felista ha scelto di usare il poco tempo libero fra lezioni e faccende per imparare. Nonostante gli studenti della pre-form one (l’anno di preparazione alla secondary) preferiscano utilizzare il sabato per divertirsi, fare il bucato o semplicemente riposare, lei ha deciso di sfruttare il più possibile le opportunità che la scuola offre. Ci ha mostrato orgogliosa il suo lavoro e anche noi abbiamo provato un pizzico di orgoglio per questa ragazzina forte e determinata che si è conquistata il nostro affetto con i suoi modi garbati e semplici.

DSC_0071

Vederla fra i banchi di scuola, raggiante, mi ha fatto riflettere sulla grandezza del nostro “progetto Mwalimu”: dare la possibilità a qualcuno di ottenere un’istruzione è probabilmente il modo migliore di assicurargli un futuro dignitoso, affidargli gli strumenti e allo stesso tempo la responsabilità di avere successo credo sia un incoraggiamento indispensabile, in alcuni casi, alla realizzazione personale e professionale dei giovani. Sulla strada verso casa ho pensato che fosse davvero importante condividere quest’esperienza. Non arriveremo a supportare tutte le Felista del mondo, lo so, ma dopo oggi ho la certezza che anche una o due possono iniziare a fare la differenza.”

DSC_0549

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 10/04/2015 in Uncategorized

 

Tag: , ,

Settembre: si torna a scuola con un nuovo progetto! “Nuove finestre sul mondo– Cooperazione allo sviluppo e immigrazione”

loghi

Sono terminate le vacanze e siamo pronti a ricominciare un anno di attività insieme alle scuole all’insegna del Progetto Scuola e dei suoi percorsi didattici.

Quest’anno il Progetto Scuola si amplia con Nuove finestre sul mondo – Cooperazione allo sviluppo e immigrazione, un nuovo itinerario didattico rivolto alle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado, le Scuole Europee di Varese e di Bruxelles 1.

Nuove finestre sul mondo – Cooperazione allo sviluppo e immigrazione, in partenza ad ottobre 2014, avrà la durata di dodici mesi e vede come proponente l’Ente Nazionale dei Giuseppini del Murialdo- ENGIM, coinvolgendo una rete di partner pubblici e privati e garantendo la realizzazione di un intervento qualificato su tutto il territorio nazionale. Di questa rete fa parte Tulime Onlus che, come partner, gestirà direttamente gli interventi nelle scuole in Sicilia, Puglia, Sardegna, Lazio, Piemonte.

Il progetto vuol favorire il dialogo interculturale e la convivenza solidale tra cittadini del mondo attraverso una maggiore consapevolezza dei problemi del sottosviluppo e delle cause dei flussi migratori. In particolare, contribuire alla sensibilizzazione e all’educazione dei giovani sulle tematiche legate alla cooperazione allo sviluppo e alla condizione dell’immigrato e rifugiato, attraverso percorsi didattici volti a una corretta informazione e al superamento di pregiudizi.

Tramite un approccio fortemente partecipativo, si inviteranno docenti e studenti ad interrogarsi principalmente sull’esperienza umana di un immigrato o rifugiato riuscito a superare una condizione di povertà e di conflitti interni nel proprio paese e l’attività condotta dalla cooperazione italiana in quello stesso paese per aiutarlo a migliorare la sua situazione.

Le scuole interessate a partecipare potranno farne richiesta inviando una mail all’indirizzo:info@tulime.org

Per eventuali ulteriori informazioni rivolgersi a:  Veronica Schiera (veronica.schiera@gmail.com)

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 18/09/2014 in Uncategorized

 

Tag: ,

L’Aprile a Chhaling

La fine di un anno scolastico e l’inizio di uno nuovo sono in tutto il mondo un momento di bilancio nella vita dei bambini, delle famiglie, dei maestri …e anche per i volontari di Tulime Onlus!
Nel calendario lunare nepalese, ad aprile finisce l’anno e ne comincia uno nuovo, è un periodo di festa in tutto il Paese … così nel calendario scolastico gli esami sono ai primi di aprile, poi le vacanze e a fine mese tutti pronti per ricominciare!
Il mese di aprile è quindi per noi una bella occasione per ringraziare tutti coloro che hanno voluto sostenere il progetto di Tulime Onlus di ricostruzione della scuola pubblica Shree Gyan Joyti a Chhaling, ricordando le tappe principali …. tutte di aprile!

Aprile 2012 – i lavori di ristrutturazione della scuola, avviati a dicembre 2011,  sono quasi alla fine. Tutti collaborano attivamente e ci si prepara per ricominciare le normali attività didattiche.
scopri di più su: https://noicoltiviamo.wordpress.com/2012/04/11/buone-nuove-dalla-scuola-di-chhaling-nepal/  ​

2013marzo

DSCF4082

 

CIMG3120

 

Aprile 2013 – inaugurazione della scuola in collaborazione con la comunità locale e con l’associazione partner HIRA
leggi anche: http://www.tulime.org/2013/04/29/nepal-inaugurata-la-scuola-di-chhaling/

294

Chhaling Inauguration

INAU DAY

Aprile 2014 – finisce un anno e ne comincia un altro nella nuova scuola: le lezioni sono andate bene e l’edificio non mostra nessun segno di degrado.

scuola vista da Chhaling-VDC

lezioni alla scuola

lezioni alla scuola

 

 

DSC_3355

Insomma…….altro che Aprile dolce dormire!!

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30/04/2014 in Uncategorized

 

Tag: , ,

Partnership tra l’ICGT Galileo Galilei di Avigliana e Tulime Onlus: è ufficiale ed approvata

foto 2

Il 30 gennaio 2014 il Consiglio di Istituto dell’ITCG Galileo Galilei di Avigliana, in considerazione della continuata e proficua collaborazione fra l’Istituto e Tulime Onlus, ha approvato all’unanimità ed ha reso ufficiale la collaborazione, senza fini di lucro, con Tulime stessa.

Una partnership ufficiale e duratura, sottoscritta da una condivisa lettera di intenti, al fine di sviluppare sempre più proficui percorsi di formazione ed istruzione per i ragazzi e i docenti dell’istituto.
Questa collaborazione costituisce un primo importantissimo traguardo per Tulime, soprattutto all’interno del Progetto Scuola, in cui crede e investe.
Siamo molto fiduciosi e volenterosi ad impegnarci al massimo affinché questa nuova fase insieme sia fruttuosa e positiva.
Ringraziamo tutto l’Istituto Galileo Galilei per l’aiuto e la partecipazione che ci sta dimostrando ed i nostri volontari piemontesi che hanno reso possibile questa partnership e che continueranno, insieme ai docenti della scuola, a creare nuove opportunità di crescita e di formazione per gli studenti.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 05/02/2014 in Uncategorized

 

Tag: , ,

Asante sana all’Istituto Koinè di Monza

Ieri, lunedì 27 gennaio 2014, è stato consegnato un ringraziamento speciale all’Istituto Koinè di Monza che ha deciso, nel corso di dicembre, di fare una donazione a favore del nostro Progetto Scuola.

Questo contributo è stato frutto del lavoro dei laboratori dei bambini e delle libere offerte degli insegnanti e dei genitori, in ricordo della maestra Fiorella prematuramente scomparsa nel 2012.

Il Progetto Scuola nasce da esperienze e contatti con le realtà scolastiche di diverse parti d’Italia e si fonda sulla solida convinzione che la conoscenza reciproca, lo scambio culturale, il riconoscimento dell’altro, possano avvicinare e far dialogare culture e modi di vivere diversi. Alcune scuole hanno sperimentato le nostre proposte all’interno dei percorsi di “Cittadinanza e Costituzione” in particolare riferimento agli obiettivi di formare cittadini che siano nello stesso tempo cittadini dell’Europa e del mondo (…), aiutandoli a mettere in relazione le molteplici esperienze culturali emerse nei diversi spazi e nei diversi tempi della storia europea e della storia dell’umanità. Visti i diversi percorsi disponibili, sia per tipologia sia per durata, le attività sono progettate per affiancare ed arricchire il Piano dell’Offerta Formativa della scuola. I percorsi che la nostra associazione propone alla scuola sono di vario tipo e prevedono la possibilità di partecipare progressivamente, a diversi livelli.

30343_10200149801090837_377321949_n

Ringraziamo quindi l’Istituto Koinè per aver creduto e supportato questo progetto.

Asante Sana!

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 28/01/2014 in Uncategorized

 

Tag: , , ,