RSS

Archivi tag: MITIng

Un ricordo del XII Meeting di Tulime Onlus

Grazie a tutti é stato un meeting meraviglioso. Bello pieno e carico anche dei lavoro precedenti con you.com. davvero bellissimo e pieno di stimoli di riflessione e anche operativi.
Giulia

La sera, dopo la fine del meeting è sempre pregna di tante belle emozioni ed una piacevole sensazione di benessere interiore, di felicita, di pienezza e..come tutte le cose belle che finiscono anche di amarezza per essere già finite, anche quest’anno. Ninfa vitale per un altro anno associativo e personale con Tulime! Quest’anno poi è stato particolare grazie a tante novità che lo hanno reso un po’ piu speciale. Prima fra tutte i nostri cari partner, soprattutto come diceva Francesco, quelli venuti da lontano con i quali era doveroso, nonché necessario e, per quanto mi riguarda bisognoso (nel senso di mio bisogno) allacciare o riallacciare la relazione. Ri abbracciarsi, guardarsi negli occhi e ascoltarsi, ridere e conoscersi un po’ di piu ancora.
Come sempre.. e dal più profondo.. ASANTE TULIME! Grazie ad ognuno!                                                 Rosa

… bellissimo tutto, e come dice Francesco “non è più immaginabile un Miiting senza Novetha, a qualunque costo!” Grazie a tutti coloro che camminano con Tulime                                                   Giuseppe

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 19/11/2016 in Tulimiamo

 

Tag: , ,

TU-LI(LUI/LEI)-ME: XII MITING* NAZIONALE DI TULIME ONLUS AD ALCAMO

evento-fb

Dal 21 al 23 Ottobre Tulime Onlus invita tutti al Centro Vivilbosco nella Riserva Naturale Bosco d’Alcamo, in provincia di Trapani, per l’XII MITIng Nazionale. Si chiama MiTING non per un errore di battitura: in kiswahili la parola “MITI” significa “alberi” e, dato che Tulime ha iniziato la sua attività coltivando alberi nei villaggi della Tanzania, l’assonanza con la parola Meeting è venuta naturale.

Incontri e confronti, dialoghi e dibattiti, interventi ed approfondimenti, ma anche momenti conviviali di riposo e divertimento per conoscere i risultati di un anno di lavoro e per capire in che modo Tulime interpreta il proprio ruolo nel mondo della cooperazione internazionale.

Il XII MITIng di Tulime propone una riflessione su quali siano i reali bisogni che muovono noi “cooperanti” verso gli altri, quali invece quelli altrui, indagando la relazione e la correlazione, come unici strumenti per valutare se è possibile soddisfare reciprocamente questi bisogni, sempre più planetari e condivisi, che ci muovono e caratterizzano. Come in un gioco di Puzzle, proveremo a riconoscere così le tessere del nostro agire per provare, tutti insieme, a dare loro una collocazione all’interno di un disegno comune. Questo, sempre all’interno dello “spazio neutro di negoziazione”, in compagnia dei rappresentanti di tutti i nostri partner extraeuropei che condividono quella che viene intesa come cooperazione di comunità.

La grande novità di quest’anno saranno proprio gli ospiti che ci aiuteranno ad affrontare il tema proposto: da un lato i referenti dei nostri partner esteri per il progetto Ka2 (“Youth Communities within (re)cycle of matter) e dall’altro Michele Nardelli che ci proporrà la presentazione del libro “i Buoni” di Luca Rastello.

Il MIting è un momento in cui ci si incontra, ci si mette in discussione, si propone e si fanno bilanci, insomma un’occasione imperdibile, per chi l’ha già vissuto e per chi deciderà di iniziare da adesso. Possono prendere parte al MITIng i soci, i volontari e i cooperanti dell’associazione, ma anche semplici curiosi o desiderosi di conoscere Tulime e i suoi progetti in Italia, Nepal e in Tanzania. Sarà possibile durante l’evento, ottenere la tessera associativa per il nuovo anno.

Il programma è, come ogni anno, ricco di contributi e attività, ma non mancheranno anche momenti di condivisione e convivialità, come l’appuntamento immancabile del “Potlach” il sabato sera, che ad ogni meeting ci piace riproporre: un’occasione per raccontarsi e raccontare un affetto, un ricordo, un’esperienza tramite lo scambio, tra i partecipanti, di prodotti culinari delle rispettive regioni di appartenenza. Vi precisiamo che la cucina del ristorante, per la serata del Potlach, è a nostra disposizione.

Durante il MIting, infine, potranno essere acquistati i prodotti di Mani d’Africa e di Mani d’Asia della nuova collezione.

Location

Il XII MIting si svolgerà presso la Riserva Naturale del Bosco d’Alcamo. La struttura che ospiterà il MIting è sede del Centro di Educazione alla Terra “Vivilbosco” e dispone di una confortevole sala conferenze, di un ristorante, “La Funtanazza”  e di un ostello “Cielo d’Alcamo”.

Come raggiungerci

In auto: Autostrada A29 uscita Alcamo Ovest, proseguire in direzione Alcamo, all’ingresso della città mantenere la destra e percorrere Corso Generale dei Medici, svoltare leggermente a sinistra e subito dopo a destra per Piazza Pittore Renda, proseguire dritto per Viale Italia fino alla rotonda, prendere la 2a uscita ed imboccare Viale Europa, seguire le indicazioni per la Riserva ed svoltare a destra per Via Narici e immettersi in via per Monte Bonifato. Percorrere tutti i tornanti per alcuni KM fino al piazzale Funtanazza.

Per info e prenotazioni e per chiunque dovesse avere necessità di un supporto negli spostamenti può mettersi in contatto con la segreteria tramite il numero telefonico 091.217612 (dal lun al ven dalle 9 alle 13) o tramite la mail info@tulime.org.

ii-meeting-tulime-onlus-2016

 

Tag: , , , ,

Incontrarsi, conoscersi e riconoscersi: ricordi del XI MI*TING nazionale di Tulime Onlus

IMG_3709

Filipa e Alessio, appena tornati dalla missione in Nepal

A poco più di un mese dal MI*ting  Nazionale di Tulime, svoltosi presso il bosco di Ficuzza (Corleone), dal 2 al 4 ottobre 2015, vogliamo ricordare quei giorni meravigliosi, pieni di emozioni e attività con qualche foto.

Interventi, dibattiti, momenti di silenzio e di riflessione. Ma non solo. Gustare le genenovesi sul prato verde ammirando la facciata monumentale del Palazzo Reale; scoprire gli uccelli protetti della LIPU di Ficuzza; regalarsi pause sotto un caldissimo sole siciliano, incontrare amici non più rivisti dallo scorso meeting e dormire sotto lo stesso tetto (come a Casa Tulime In Tanzania); ascoltare le romantiche note di un violino e di una chitarra al chiaro di luna assaporando sapori nostrani di specialità tipiche italiane; rimanere affascinati da chi digerisce facendo Yoga acrobatico e dall’energia dei bimbi, tutti bellissimi, che sembra non esaurirsi mai.

Ogni problema, ogni difficoltà affrontate durante l’anno trovano soluzioni. Quest’anno il tema era Campo e Controcampo. Non sono mancate, e non mancano, punti di vista diversi in Tulime e, a volte, sembra difficile trovare un punto d’accordo.Ma mettersi in gioco, confrontarsi, scontrarsi,riconoscersi è proprio ciò che contraddistingue Tulime Onlus e chi ne fa parte. Alla fine, ciò che conta davvero non sembra più essere il risultato finale, ma come ci si arriva.

Ciò che rimane impresso, dopo ogni MI*ing, è l’essere parte di qualcosa, una comunità, che, pur con le sue difficoltà, cerca comunque e sempre di stare unita e ci si “appoggia” gli uni agli altri, in favore di un bene comune.

Questo ce lo hanno ricordato molto bene i ragazzi dello SVE, con un gioco, apparentemente semplice, che nascondeva impliciti punti di riflessione sullo stare insieme, sull’aiutarsi a vicenda e sul fatto che ogni azione porta con sè decisioni e conseguenze.Dopo presentazioni tecniche ed impegnative, in un attimo, ci si è ritrovati a giocare, dal più anziano al più giovane, con un naso nell’orecchio dell’altro, un gomito su un naso, un ginocchio sulla schiena… quasi a ricordare la bellissima scultura di ebano prodotta dagli uomini di quella terra lontana (ma forse non così tanto) che conosciamo da anni e che è la Tanzania.

IMG_3729 IMG_3756 IMG_3754 IMG_3738IMG_3731 IMG_3752 IMG_3743

Scultura Ujumaa, Tanzania

Scultura Ujumaa, Tanzania

Ed ecco le riflessioni dei quattro ragazzi che con Tulime stanno svolgendo il Servizio Volontario Europeo, ospiti a Palermo.

Sono Benazir, Angelika, Alejandro, Marion e provengono rispettivamente dalla Turchia, Polonia, Spagna e Francia. Da mesi esplorano la città, il suo pregnante multiculturalismo, la sua cultura artistica e musicale, supportano l’organizzazione e la gestione di eventi e workshop, collaborano alla promozione e al sostegno dei progetti in Tanzania e Nepal, scoprono le attiività progettuali tramite incontri con i vari responsabili e capi progetto, affrontano argomenti forti come l’albinismo in Tanzania, la disabilità, le migrazioni nella nostra città e il complesso sistema dell’accoglienza.

Hanno partecipato al Miting e ne sono tornati arricchiti. Lasciamo a loro raccontarvi il loro punto di vista, la loro lettura di questo evento, di questa realtà che ogni anno smuove corpi, menti, idee e confronti all’interno di una sempre più mutevole vita associativa.

Ficuzza è un bel posto ubicato in provincia di Palermo. Lì, situato tra le montagne, la cittadina è stata la sede del XI meeting di Tulime. Così, durante i giorni 3 e 4 ottobre, i collaboratori dell’organizzazione, arrivati non solo dalla Sicilia, ma da tutti i luoghi d’Italia, si sono riuniti per condividere le loro opinioni sulle sfide dell’organizzazione e il suo ruolo da sviluppare in un futuro prossimo. Le ore volte all’ esposizione dei diversi progetti e su questioni prettamente organizzative, hanno lasciato anche spazio per sviluppare quei legami di unione che trascendono il  funzionamento tecnico dell’organizzazione. Perciò, l’incontro, oltre a presentare argomenti legati all’amministrazione, ci ha dato la possibilità di condividere delle esperienze divertenti e piacevoli come il potlage, durante il quale tutti i partecipanti provenienti da luoghi diversi come Polonia, Roma, Palermo e Santiago, hanno preparato i piatti tipici del loro territorio. Quel fine settimana a Ficuzza, ci ha aiutato tanto ad acquisire conoscenze nuove sul lavoro che dell’associazione e così abbiamo anche avuto modo di presentare la nostra esperienza come volontari. Abbiamo conosciuto le persone coinvolte, e, naturalmente, tutto ciò ha rafforzato i nostri legami con Tulime, l’organizzazione che ci ha dato l’opportunità di questo meraviglioso soggiorno a Palermo.

Benazir, Angelika, Alejando, Marion

Francesca M.

received_1133000116729192 (1)

IMG_3714

Rosa, il nostro direttore esecutivo

I prodotti di Mani D'Africa

I prodotti di Mani D’Africa

Giorgio e il progetto No More Discrimination Against People with Albinism

Giorgio e il progetto No More Discrimination Against People with Albinism

Il gruppo di Torino, protagonisti di Tulime Baiskeli (cicloturismo e siclofficina in Tanzania)

Il gruppo di Torino, protagonisti di Tulime Baiskeli (cicloturismo e siclofficina in Tanzania)

Michele, il nostro esperto ciclomeccanico

Michele, il nostro esperto ciclomeccanico

I disegni dei bimbi del Nepal, dopo il terremoto del 25 Aprile 2015

I disegni dei bimbi del Nepal, dopo il terremoto del 25 Aprile 2015

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 15/11/2015 in Tulimiamo

 

Tag: , , ,

Il MITIng a Vendicari di Tulime… I presume

28 ottobre, il giorno in cui tanti anni fa (1871) un certo Henry Morton Stanley, rivolgendosi ad un medico-missionario scozzese, pronunciò un “Doctor Livingstone,  I presume”, abbiamo chiuso il nostro MITIng (qui visto da Mr e Mama Mazengo) è finito. Abbiamo parlato di tanti nuovi progetti, tante storie, emozioni che sono difficili da riassumere ora. E allora guardatevi questa immagine…

Chi ha ideato l’innesto, cioè la possibilità di inserire attraverso un ramo diverso, un diverso frutto più succulento e profumato? Un villano. Chi ha intuito il valore dell’acqua? I contadini, mica le multinazionali! E la ruota? Chi l’ha creata? Un ragioniere Comasco? No, sempre lo zappaterra, che oltretutto ha costruito i primi ponti e ha scoperto l’irrigazione, la rotazione delle semine. Ha allagato deserti per renderli fertili. Ha inciso la terra per creare canali con argini, dighe e chiuse (…) Per favore, rispettate l’intelligenza del villano, la sua straordinaria creatività e chiamatelo per favore Maestro giacché tutto ci ha insegnato, perfino a riunirci fra di noi in momenti di disastro e tragica carestia creati da voi, signori, e impiantare milioni di piccoli orti che avranno di certo un il potere di salvarci, se seguiremo il loro esempio, dalla pressante miseria e dalla fame.

-Dario Fo

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 29/10/2012 in Uncategorized

 

Tag: , , ,

I Mazengo al MITIng

Un sogno che diventa realtà: i nostri due compagni di viaggio finalmente tra noi in Italia!

 

 
 

Tag:

Neve a Civitella Alfedena

Vi ricordate il nostro ultimo MITIng? Eravamo a Civitella Alfedena, in Abruzzo…

Questo è l’orto di Guido e Jessica di come è Civitella in queste ore di neve. Chissà quanto freddo sentiranno le loro api!

Un racconto di Calvino

Read the rest of this entry »

 
1 Commento

Pubblicato da su 03/02/2012 in Tulimiamo

 

Tag: , , , , , ,

Ci vediamo a Civitella Alfedena! 1/3 luglio

Due testimonial d’eccezione per il MITIng di Tulime: Nicola e Huruma invitano tutti a Civitella Alfedena, al MITIng di Tulime

 
 

Tag: , ,