RSS

Karibu Sana Agnese!

12 Mar

Quando arrivi in aereo, l’Africa la vedi brillare. Sono i tetti fatti di lamiera che luccicano sotto il peso del sole. Una tappa a Zanzibar, l’aereo di turisti si svuota quasi completamente, rimaniamo in undici. Il personale di bordo mi chiede più volte se fossi sicura di dover scendere a Dar. Altra partenza ed altro rapido atterraggio.

Novetha e Fra Paolo mi aspettano già all’aeroporto con un cartello che porta il mio nome.

In un attimo sono nel posto dove ho sempre sognato di essere, su una jeep gialla di sabbia rossa che ho sempre sognato di avere. Da perfetta occidentale mi sento come Nicole Kidman in Australia, con il mio giacchetto vere militare ed il braccio fuori dal finestrino per un viaggio di dieci ore che ci porterà a Pomerini.

Quando arriviamo è notte fonda ma Stefania, Ornella e Simona mi aspettano sveglia con un cartellone di benvenuto. Gli arrivi di notte sono sempre i peggiori, tutto risulta esageratamente nuovo e distorto. Così è anche stavolta. Ornella mi fa fare un rapido giro della casa quasi al buio: il bagno, la doccia, i lavabi. Non mi lavo i denti e non faccio pipì, un po’ per paura di sbagliare qualcosa, un po’ per paura e basta. Chiudo la porta di quella che sarebbe stata la mia camera per i successivi sei mesi e sorprendentemente non piango. Non era poi così tragico.

Di giorno tutto si presenta sotto un’altra luce, riesco anche a fare quella pipì che non avevo fatto la sera prima. Anche la stanza ed il salone hanno assunto una bella luce accogliente che mi ristora.

La tranquillità regna sovrana, qualche pollo scorrazza in cortile mentre Mama Novetha lavora a piedi nudi la creta. Finalmente splende il sole. La pioggia, si sa, ha il potere di ingrigire l’animo come il paesaggio in qualsiasi parte del mondo. Certe cose non cambiano, e questa è una di quelle.

L’ambiente, però, è surreale, di quelli che se non li vedi non li puoi spiegare a parole.

Io sono Agnese, ho 22 anni, una laurea in Scienze della Comunicazione e un passaporto nuovo di zecca. Vengo dalla Sicilia ma ho trascorso a Milano gli ultimi tre anni. La mia passione è da sempre esplorare, luoghi, culture, persone. Forse è per questo che ho studiato giornalismo. La curiosità mi ha sempre guidato ed è la stessa compagna che mi ha condotto qui.

Nei giorni precedenti la partenza rifiutavo di documentarmi sul posto. Niente foto o informazioni sul cibo. Volevo che tutto conservasse quell’aura selvaggia che l’idea di questa esperienza aveva assunto nella mia testa, e che solo una volta arrivata si rivelasse con effetto sorpresa.

Ed eccomi in Africa per il mio primo viaggio intercontinentale. La terra intorno è rossa di ferro e si alterna a distese di campi di pannocchie non ancora mature. Cosa mi aspetta non lo so, la candidatura allo SVE era avvenuta senza neanche pensarci due volte.

Qui il ritmo è lento e ondulatorio, faccio fatica ad abituarmi. Il tempo libero mi riporta rapidamente a casa, a ciò che ho lasciato senza pensare per un periodo un po’ più lungo del solito. Non nascondo che nelle prime notti trascorse qui a Pomerini mi chiedevo se fosse stata la scelta giusta. Ma poi torno in me ed al mio essere “in omnia paratus”. Ora lo so. Non è un viaggio come gli altri, quanto più un’esperienza che non vedo l’ora di intraprendere. C’è il mio contributo da offrire alla comunità locale, ed io non vedo l’ora di agire.

Agnese

Annunci
 

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: