RSS

Si inizia!

23 Apr

Ecco un’altra testimonianza da Casa Tulime.

Questa volta sono le parole di Enrico Cau, un tirocinante. Grazie alle sue parole possiamo scoprire qualcosa di più sul progetto Mi.Fi.Ma, i suoi beneficiari e lo stato di avanzamento.

Non nego di sentirmi come uno scolaro al suo primo giorno di scuola, collaborare ad un progetto di cui son stato finanziatore l’anno precedente, poter vedere da vicino il suo sviluppo e il lavoro che vi è dietro è un qualcosa di entusiasmante.

Per questo motivo appena ho avuto l’occasione son arrivato in Tanzania tramite il programma Ulisse e ho deciso di basare la mia tesi di laurea sul progetto MI.FI.MA e del suo impatto sui beneficiari.

Al momento, siamo nella fase iniziale del progetto, la quale consiste nel rilevare e selezionare i beneficiari, compito reso arduo dalle difficoltà nel reperire le informazioni e dalle piogge incessanti,  ma con un po’ di pazienza e buona volontà si riesce a risolverle tutte.

Ma ritorniamo al mio primo giorno, aspettiamo la macchina che dovrebbe arrivare alle 9:30 ( scrivo “dovrebbe” perché qua in Africa non si ha la frenesia di esser puntuali o di correre da una parte all’altra come da noi, qua si fanno le cose con calma con molto più relax, non ci si stressa per via del  tempo),  appena arrivata trovo dentro ad accogliermi i due giovani collaboratori locali, Abisai e Rachel, e l’autista Joseph, li saluto e salgo, prima destinazione il Sindaco del villaggio di Kihesa Mgagao.

Dopo una decina di minuti e qualche scossone in macchina ( le strade sono in sterrato e le piogge non le hanno lasciate in buone condizioni) arriviamo dal Sindaco, il quale, dopo avergli esposto il nostro progetto grazie alla nostra front Woman Rachel, ci fornisce alcuni nomi di persone facenti parte dell’utente target e si offre di accompagnarci.

Raggiunto il luogo del primo beneficiario scendiamo e ci dirigiamo verso un campo di cavoli, li troviamo la capo area del villaggio con altre due donne impegnate a lavorare nel campo, dopo un breve colloquio per avere le informazioni del beneficiario inerenti all’età, componenti del nucleo familiare, quale lavoro svolge ed altre, salutiamo e partiamo per il prossimo.

Il beneficiario successivo è una giovane ragazza sulla ventina, appena Rachel ha iniziato ad esporle il progetto, sembrava molto entusiasta, sorrideva in continuazione, ed è in queste situazioni in cui ti accorgi che questo progetto può cambiare la vita di una persona, aiutarla a raggiungere un benessere sociale difficilmente raggiungibile con un entrata mensile di 20.000 shellini, circa 8 €, di cui la maggior parte serve per il sostentamento del nucleo familiare e la rimanenza, se vi è, la si reinveste nell’attività produttiva. Concluso il colloquio la salutiamo e saliamo in macchina per dirigerci verso il successivo beneficiario.

Compito reso difficile da un pulmino fermo che blocca la strada, il Sindaco ci suggerisce allora una “strada alternativa”, bene, questa alternativa, di “strada” non aveva niente, era solo un passaggio stretto ed in mezzo alla vegetazione, ma grazie alle ottime abilità di guida del nostro autista Joseph ne siamo usciti indenni e abbiamo raggiunto il beneficiario successivo dopo una breve camminata.

Anche in questo caso si tratta di una giovane ragazza ( si preferisce avere beneficiari donne poiché vi è una maggiore fedeltà nella promessa di restituzione del prestito), anche lei molto felice di poter partecipare al progetto e dopo aver recuperato tutte le informazioni necessarie, ci dirigiamo a Casa Tulime a Pomerini per il pranzo, non prima di essersi dato appuntamento con i collaboratori per un briefing sull’andamento del progetto e sulle successive azioni da compiere.

Finisce così il mio primo ed entusiasmante giorno di lavoro, il quale mi è servito per rendermi conto della realtà locale, dei vari problemi e necessità presenti, ma anche della volontà di non mollare e andare avanti delle persone, le quali hanno sempre un sorriso da mostrare e dell’enorme utilità e beneficio che il progetto MI.FI.MA può portare a queste persone.

Enrico

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 23/04/2016 in Dalla Terra Rossa

 

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: