RSS

Alejandro e Angelika, i due nuovi volontari Sve ospiti di Tulime Onlus in formazione all’arrivo

27 Ago

articolo 2 Altri due Volontari SVE fanno il loro ingresso nella nostra comunità, sostenendo i progetti di Tulime Onlus, dando il loro contributo sia durante le iniziative in loco che attraverso attività di sostegno ai progetti dell’associazione. Sono arrivati da qualche giorno e già hanno ricevuto la loro formazione sve all’arrivo. Uguriamo ad Alejandro, spagnolo, e ad Angelika, polacca, una permanenza gioiosa ed una crescita personale importante.

Qui di seguito, come da sempre amo fare, vi lascio alle loro parole…

Ciao! Sono Angelika e vengo dalla Polonia. Sono venuta in Italia qualche settimana fa e abito a Palermo per svolgere il mio Servizio Volontario Europeo con Tulime Onlus. Ho trascorso la settimana dal 25 luglio all’1 agosto a Vitorchiano, un piccolo villaggio in Lazio,per partecipare alla formazione SVE all’arrivo.

Ho partecipato insieme a 60 volontari provenienti da tanti paesi che svolgono il loro Sve in tutta Italia. La settimana è stata ben organizzata. Abbiamo cominciato con un test di lingua affinchè potessimo esser divisi per gruppi così da assicure un livello di insegnamento adatto a ciascuno. Ogni giorno, la mattina, avevamo le lezioni di lingua durante i quali abbiamo fatto un po’ di tutto. È ovvio che non si può imparare una lingua in una settimana, ma ci  sono stati forniti spunti per continuare il nostro studio. Un giorno è stato dedicato alla cultura italiana attraverso i laboratori sul cinema, canzone, calcio, dialetti, gesti, le città e le cose più conosciute dell’ Italia. Una sera abbiamo avuto l’opportunità di vedere un film sui temi della mafia e della immigrazione.

Il pomeriggio era dedicato a parlare dello Sve. Durante il training ci hanno presentato diversi temi. Abbiamo trattato il tema del funzionamento dello Sve, dell’atteggimento dell” Imparare ad imparare” e dell’ Educazione interculturale. Abbiamo parlato su come risolvere i problemi e conflitti che possono sorgere durante lo SVE. Non ci è stato chiesto soltanto di sederci ed ascoltare. Gli organizzatori hanno affrontato gli argomenti anche attraverso dei giochi. Un giorno ci è stato chiesto di  fare ddelle interviste agli abitanti di Viterbo, una cittadina vicino Vitorchiano. Ci siamo divisi in gruppi e ogni gruppo aveva un tema da affrontare: Giovani a Viterbo, economia e lavoro, italiani e stranieri, natura e ambiente, le condizioni della donna e le religioni. Abbiamo anche avuto  un pomeriggio libero per poter passare il tempo insieme e conoscerci meglio. Alla fine della giornata aveva luogo il “Gruppo di Riflessione”, un momento per riflettere in gruppo su tutto quello che si era fatto durante la giornata e per passare le informazioni agli educatori.

Il tempo passato a Vitorchiano mi è piaciuto moltissino. E’ stata un’opportunità non solo per imparare ma anche per fare amicizie. Ho conosciuto delle persone straordinarie che purtroppo sono adesso lontane da me. Essere circondata da tanta gente e tante lingue è magnifico. Mi è piaciuto che gli educatori abbiano parlato soprattuutto in italiano (facendo, ovviamente, le traduzioni in inglese per chi non capiva) offrendo l’opportunità di imparare la lingua. Ho potuto praticare il mio italiano anche parlando con le persone del luogo, mentre facevo l’autostop o semplicemente parlando con il direttore dell’hotel. Tutti erano molto aperti e quando sei con le persone adatte l’esperienza diventa molto più bella. Tuttavia, esistono i modi per restare in contatto e gli amici sparsi in tutta Italia sono un motivo in più per viaggiare per il paese.

Angelika

Sono un volontario Sve e il mio nome è Alejandro. Sto cominciando il mio progetto  con Tulime Onlus nella bellissima Palermo. La mia prima settimana qui è trascorsa facilmente, perchè non ho avuto nessun problema per adattarmi alla città. Sono comunque cosciente del fatto che le difficoltà che potrò trovare saranno diverse. Uno dei principali problemi che affronti quando sei volontario in un’ altra città è imparare la lingua nativa. Ma questo non è l’ unico dei problemi: lavorare con gente con disabilità , migranti, e persino convivere con i coinquilini sono situazioni che dovrai affrontare. Dall’altra parte devi cercare di controllare i tuoi sentimenti e i tuoi pensieri, soprattutto perchè sei lontano dalla tua famiglia e dai tuoi amici…E questi tipi di cose possono avere una cattiva influenza sul tuo lavoro  di ogni giorno. Per tutti questi motivi, prima di cominciare l’attività con la tua organizzazione, hai l’opportunità di ricevere una formazione organizzata offerta dall’Agenzia Nazionale. La formazione tratta di una serie di argomenti e ti aiuterà a capire il senso del volontariato nella sua totalità. Quest’anno la formazione ha avuto luogo a Vitorchianno, un piccolo paesino vicino a Roma. Li abbiamo imparato un pò di italiano perchè abbiamo avuto delle lezioni: non abbiamo soltanto parlato italiano ma anche molto sulla cultura italiana, sul diritto e sui doveri del volontario e di confrontare idiversi problemi che si possono affrontare. L’educazione non formale è stata la protagonista per motivare il volontario: imparare giocando è piu divertente e può essere vantaggioso per tutti. Comunque, se dovessi scegliere una delle cose più belle di questi sette giorni a Vitorchiano sceglierei l’esperienza dell’aver incontrato tantissima gente di tanti paesi diversi dal’ Europa, compreso ragazzi dallla Giordania e ddalla Tunisia. Per concludere, la mia opinione su questa formazione è onestamente buona, non solo perchè dopo la formazione mi sento più preparato a risolvere qualsiasi problema, ma soprattutto perchè è stata anche una fantastica opportunità per incontrarse alta gente, altre culture e, perchè no, per farsi nuovi amici.

Alejandro

articolo 1

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27/08/2015 in Diario SVE

 

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: