RSS

Emergenza Nepal – Primo report dai nostri volontari

30 Apr

Foto Filipa

Filipa Simões Grilo (26, Portoghese) e Alessio Scalisi (24, Italiano) sono due giovani agronomi che hanno deciso di maturare un’esperienza in Nepal di circa 5 mesi. Sono partiti verso il Nepal grazie alle opportunità dategli da Tulime Onlus e OneWorld-alc, per due posizioni diverse. Tulime Onlus è una onlus italiana che lavora in Nepal dal 2009 e che ha condiviso con  i ragazzi l’opportunità di stabilire nuovi contatti in Nepal in modo tale da sviluppare ulteriori progetti nell’ambito della cooperazione internazionale. Tulime è impegnata nella valle di Kathmandu nell’area di Bhaktapur e nello specifico nel villaggio di Chhaling. One-World-alc è un’azienda tedesco-nepalese che produce prodotti biodinamici come incensi ed erbe aromatiche commercializzati principalmente in Europa, attiva in aree agricole ad ovest della Valle di Kathmandu. I due ragazzi sono arrivati in Nepal giorno 19 Aprile ed al momento sono ospitati nelle strutture di OneWorld in due diversi luoghi del paese. Filipa è ospitata al momento presso l’azienda dove OneWorld ha le sue coltivazioni. Questa si trova nei pressi del villaggio di Satrasaya, nel distretto di Gorkha. Il villaggio è posizionata a circa 4 ore e mezza da Kathmandu, sulla strada per Pokhara. Al momento Filipa si trova insieme a un gruppo di altri ragazzi europei, fra cui anche Gabriele Sutera (26, Italiano). La casa dove si trova Filipa è considerata sicura e al momento è presente una disponibilità di cibo e acqua sufficiente a soddisfare i bisogni del gruppo, sebbene una connessione internet non sia disponibile.

Alessio invece attualmente è a Kathmandu, ospitato nella struttura dove OneWorld confeziona i suoi prodotti, nel quartiere di Jorpati. La palazzina è anche considerata sicura perché è decisamente più nuova rispetto alla media degli edifici di Kathmandu. L’acqua, l’elettricità e la connessione internet si alternano, con momenti più o meno prolungati di black-out. Alessio ad ogni modo ha raccolto e conserva del cibo e dell’acqua in caso di emergenza. La situazione a Kathmandu è critica. Molte persone vivono adesso in accampamenti nelle aree a cielo aperto della città. Anche il quartiere turistico di Thamel è adesso un deserto con pochi turisti nei paraggi e quasi tutti i negozi chiusi. L’acqua imbottigliata e i carburanti sono al momento poco disponibili a Kathmandu e le scosse di assestamento continuano ad essere rilevanti. Alcuni palazzi che sono sopravvissuti ai primi forti terremoti stanno pian piano crollando a causa proprio delle scosse di assestamento. La città è un cumulo di macerie e molte persone sono disperate per le condizioni della loro casa e della loro famiglia. Nella valle di Kathmandu molti templi e monumenti che hanno resistito per diversi secoli, sono adesso severamente danneggiati o distrutti a causa del terremoto. Gli spostamenti da e verso Kathmandu sono fortemente sconsigliati e i beni primari cominciano a scarseggiare.

Dove si trovano Alessio e Filipa: https://www.google.com/maps/d/viewer?mid=zFMkC0tgHl6g.kWiQBlLO15wc

                        17:35, 27 Aprile 2015,

Kathmandu

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30/04/2015 in Nepal

 

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: