RSS

La situazione dei parchi naturali e i tagli

16 Nov

Il mondo dei parchi, della natura e dei valori per la vita, da anni è sotto il mirino della politica,  lungo periodo in cui ci hanno reso difficile la vita e la gioia di vivere. I famigerati tagli della revisione di spesa, nei parchi li stanno facendo da almeno quattro anni, riducendo ogni anno del 10% i fondi e le relative piante organiche, così ad oggi siamo ridotti al lumicini, ed un ulteriore taglio per alcuni enti parco, i più piccoli in particolare risulteranno letali sul piano della gestione anche del minimo indispensabile. Così “qualcuno” potrà finalmente dire “lo vedete i parchi non funzionano, chiudiamoli!” o meglio direbbe “apriamoli alla caccia, alla speculazione edilizia delle mafie” così finalmente gli appetiti che hanno devastato la nostra natura e cultura Italiana potranno attaccare gli ultimi luoghi che si sono difesi bene o male fino ad oggi con il contributo delle persone civili e sensibili ai valori della vita. Tutelare la natura, come la cultura, la scuola, la sanità è segno di civiltà, vuol dire schierarsi dalla parte della vita e della sua qualità, essenza e universalità, vuol dire sapere dove abitiamo: in un pianeta vivente cùtra fratelli e sorelle, a cominciare dagli umani nostri vicini, fino agli alberi, gli uccelli, i pesci e gli insetti. sono questi i valori che oggi mancano alla nostra società, che stanno scomparendo a colpi di finanza e spred, della cultura del terrore per l’incertezza costruiita da chi agisce con la “morale del tutto per me niente per gli altri”.

Il mondo dei parchi, appartiene al popolo della vita, a chi coopera, cura, accoglie e sostiene, e i territori che essi tutelano sono luochi della vita reale, delle comunità viventi che ci permettono di bere, di respirare e mangiare, ma anche che nutrono il nostro cuore e la nostra psiche, che ci connettono con i nostri antenati, che ci danno salute; è in questa direzione che dobbiamo muoverci per uscire dalla crisi, puntare i piedi e spingerci fuori poggiando sui valori che uniscono le creature viventi a partire dagli umani ma non solo, è affermando la vita che dobbiamo sovvertire la finanza e l’economia mettndo al centro del nostro agire la terra, la società e riportando l’economia e la finanza a mero strumento per una vita migliare e degna per tutti: “un po per me per il tutto per tutti” e non solo oggetti ma soprattutto sentimenti, pensieri, azioni.

buoni pensieri

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 16/11/2012 in Segnalazioni

 

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: