RSS

Ad Avigliana il cuore della Tanzania è una meta raggiungibile

26 Apr

Dal 3 al 31 maggio, una mostra fotografica degli studenti dell’ITCG Galilei a sostegno degli albini della Tanzania.

Verrà inaugurata giovedì 3 maggio, alle ore 10,30, nel cuore della scuola di Avigliana, l’ITCG “G. Galilei (via G.B. Nicol 35), la rassegna fotografica con i i volti, la natura e le atmosfere dei villaggi rurali dell’altopiano di Iringa, in Tanzania, realizzata dai cooperanti di Tulime onlus.

La mostra, in programma fino al 31 maggio dal lunedì al venerdì, è parte di un percorso virtuoso che ha portato ragazzi disabili e non a lavorare insieme per supportare i progetti di Tulime onlus: nato dall’idea di un gruppo di docenti di sostegno e rivolto ai ragazzi che non fanno religione, il laboratorio-progetto “Ambasciatori di Tulime”  ha permesso agli studenti di condividere esperienze e incontri con i volontari dell’associazione, ma anche di realizzare un sito internet http://www.itcgalilei.it/compagni_di_Tulime/index.htm, creare manufatti in ceramica e un calendario. ”

E’ con soddisfazione e grande piacere che posso dire a tutti gli amici di Tulime che la collaborazione con il COP ha dato i suoi primi frutti. Dal 3 maggio, infatti, presso l’ITCG G. Galilei di Avigliana sarà allestita la mostra fotografica: “Una meta raggiungibile (il cuore della Tanzania)”. L’importanza di questa iniziativa testimonia che l’apporto di nuovi contributi all’attività piemontese di Tulime è una realtà avviata, soprattutto  nei confronti di progetti nelle scuole  e dell’educazione allo sviluppo. A questo proposito Tulime sarà presente al seminario “Educare in Europa: sviluppo sostenibile e solidarietà”  all’interno del calendario di manifestazioni organizzate dal COP. Pertanto ringrazio molto calorosamente tutti coloro che qui in Piemonte stanno offrendo la loro opera, ma anche chi, essendo anima dell’associazione, nella collaborazione  sabauda ha creduto in modo fermo e costante,  sostenendoci pazientemente da lontano”, dichiara Silvana Sanguinetti, tra le ideatrici di questo progetto. Grazie a questo progetto, in due anni, è stato possibile sostenere un dispensario in Tanzania e di erogare borse di studio per gli studenti dei villaggi supportati da Tulime onlus. Il prossimo obiettivo è di sostenere il “progetto albini”.Questo evento si inserisce nell’iniziativa “PIEMONTE chiama MONDO 2012 – Un intero mese dedicato alla cooperazione internazionale e all’educazione per una cittadinanza mondiale“, organizzata per il sesto anno consecutivo dalle 30 Organizzazioni Non Governative e Associazioni che aderiscono al Consorzio delle Ong Piemontesi.  Sul sito www.ongpiemonte.it è disponibile il programma con il dettaglio dei 36 eventi organizzati nelle diverse località piemontesi.

Sono le piccole rivoluzioni quelle che cambiano il mondo”, dice Francesco Picciotto, presidente di Tulime onlus, “e questi ragazzi, insieme ai loro insegnanti, stanno facendo la loro rivoluzione. Portano avanti l’utopia fresca e sincera di migliorare il mondo partendo da un laboratorio in una scuola pubblica. Con questo progetto si allenano a stare al mondo cambiandolo: usano indistintamente internet e le loro mani per fare artigianato condividendo storie di popoli lontani da loro. In un certo senso questi ragazzi fanno la vera politica estera dell’Italia mettendo in relazione loro stessi e la comunità di Avigliana con le comunità dei villaggi rurali di un altopiano in Tanzania. Questa è la vera forza della cooperazione di comunità e questi ragazzi e i loro buoni maestri ne sono l’esempio”.

La mostra. Verranno esposti gli scatti più significativi dei volontari di Tulime onlus, l’associazione di cooperanti che da oltre 10 anni “coltiva” la cooperazione di comunità in 10 villaggi dell’altopiano di Iringa (Tanzania) e un villaggio in Nepal. Una selezione delle esperienze vissute in Africa, a diretto contatto con il popolo dei wahehe e con la natura di una terra ricca e dura.

La causa: il progetto albini di Tulime onlus. Gli ambasciatori di Tulime della scuola di Avigliana hanno scelto di sostenere il “progetto albini” di Tulime onlus. In Africa, e in particolar modo in Tanzania, c’è una presenza significativa di persone albine: nei villaggi dove opera Tulime, a circa 2000 metri sopra il livello del mare, il sole è molto forte e provoca gravi ustioni sulla loro pelle chiara. Per gli albini che vivono in queste zone è praticamente impossibile accedere sia alle cure sanitarie di cui avrebbero bisogno, sia all’acquisto di occhiali e creme per proteggersi dal sole. Per questo Tulime onlus promuove un progetto a favore di queste persone sempre più a rischio di marginalità, anche dal punto di vista sociale, perché ritenuti “magici” e per questo ricercati dagli stregoni locali. 

Sedi e orari

ITCG “G. Galilei”, via G.B. Nicol 35, Avigliana (TO)

Dal lunedì al venerdì: 8.00 – 15.00. ingresso libero

 

 

Il sito degli ambasciatori di Tulime onlus di Avigliana

http://www.itcgalilei.it/compagni_di_Tulime/index.htm

Annunci
 
1 Commento

Pubblicato da su 26/04/2012 in Eventi per coltivare...

 

Tag: , , , ,

Una risposta a “Ad Avigliana il cuore della Tanzania è una meta raggiungibile

  1. cate75

    26/04/2012 at 15:04

    Un progetto meraviglioso! Bravi TUTTI!!

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: