RSS

L’avventura dei piccoli coltivatori di Costacciaro

12 Mar

Lo scorso dicembre i bambini della scuola primaria di Costacciaro (PG) hanno realizzato un mercatino natalizio per i progetti a supporto del sistema scolastico in Tanzania… Questo è il racconto che loro stessi hanno scritto, con l’aiuto delle maestre Gabriella e Caterina

Questa “avventura” é nata un po’ di anni fa da noi bambini della scuola Primaria di Costacciaro.

Facendo questa esperienza abbiamo conosciuto diverse persone tra cui ANDREA, un ragazzo che conosce la nostra maestra Caterina. Lui fa parte di un’associazione, Tulime,  che opera in Tanzania e il  nome dell’associazione in Swahili significa “coltiviamo”. Lui ci trasmette notizie su come stavano e stanno i bambini della TANZANIA che aiutiamo.

All’inizio li abbiamo aiutati mandandogli  fili, metri da sarta e aghi per cucire.

Dopo un po’ di tempo gli abbiamo mandato anche quaderni, penne e matite con i quali loro ci scrivono quando vanno a  scuola.

Noi  eravamo molto contenti di aiutarli perchè abbiamo sempre pensato che tutte le possibilità che abbiamo noi ( di andare a scuola, ecc… ) le devono avere tutti i bambini del mondo e poi pensavamo anche che quando saremo piu grandi potremo fare amicizia con loro.

Quest’anno abbiamo fatto un mercatino di Natale e il ricavato è andato a Tulime per offrire borse di studio in Africa. Quando le maestre ci hanno detto che avremmo fatto un mercatino, noi eravamo felicissimi e non vedevamo l’ora di iniziare a fare lavoretti.Mentre preparavamo gli oggetti per il mercatino, noi ci divertivamo moltissimo, anche se qualche volta ci prendevamo qualche sgridata, perchè non facevamo bene le cose.

Dopo qualche mese, con la maestra Gabriella, siamo andati in sala computer ed abbiamo fatto dei volantini da mettere in giro per Costacciaro e nei luoghi pubblici più frequentati in modo che la gente vedesse il volantino e venisse al nostro mercatino.

Il mercatino si è svolto all’ANTICO FRANTOIO di Costacciaro il 22 Dicembre dalle 9:00 alle 17:00 e il 23 Dicembre dalle 9:00 alle 13:00. Già nel primo giorno avevamo venduto la metà dei lavoretti quindi le maestre avevano deciso che il secondo giorno sarebbe stato chiuso, però poi, vedendo noi bambini molto dispiaciuti, hanno deciso di LASCIARLO APERTO.

Per attirare le persone noi bambini urlavamo”GRANDE MERCATINO DI NATALE, TUTTO IL RICAVATO ANDRA’ IN BENEFICENZA”!!! Pensate…dalla vendita degli oggetti fatti da noi abbiamo ricavato circa € 1700. Le maestre ci hanno chiesto, tra varie opzioni, di deciderne una in cui sarebbero stati investiti i soldi. Alla fine si è deciso che i soldi sarebbero stati utilizzati per  borse di studio. La mattina del primo giorno del mercatino ci ha fatto visita ANDREA che  ci ha fatto vedere un filmato su come giocano i bambini in TANZANIA e noi  abbiamo visto che i loro sono giochi molto semplici rispetto ai nostri. Ci ha poi insegnato qualche parola in SWAHILI, la lingua che parlano in TANZANIA come per esempio RAFICHI=AMICO, JAMBO=CIAO, ecc… e infine ha dato ad ognuno di noi una tassera di TULIME sulla quale c’era scritto CHE NOI SIAMO VOLONTARI DI TULIME e, SENTENDO E LEGGENDO LA PAROLA “VOLONTARI”, SIAMO STATI FIERI DI NOI.Su questa tessera c’era anche scritto il nostro nome e altri dati.L’associazione è rappresentata da due simboli: la SCARPA che indica il piede dell’uomo che va incontro alle persone più povere, il PIEDE NUDO che indica il piede di una persona povera, come in questo caso i bambini della TANZANIA che chiedono un aiuto.

Poi Andrea è venuto  al nostro mercatino ed è rimasto stupito, ci aveva anche detto che tutti i bambini della Tanzania ci salutavano e ci ringraziavano di tutte la cose che facevamo per loro.

Al mercatino insieme ai nostri lavoretti c’erano anche dei prodotti artigianali che ci hanno mandato le persone del villaggio:

GONNE, BORSE ,PORTAFOGLI, PORTA CELLULARE,CESTI DI VARIE MISURE, ECC…

Questi lavoretti li hanno fatti con tutto ciò che gli avevamo mandato lo scorso anno.

Noi bambine della 5a, per Andrea, abbiamo creato un libro dove c’erano disegnate e scritte delle cose su TULIME e a lui, da come ci ha detto la nostra maestra CATERINA, gli è piaciuto molto.

A noi ce l’ha detto la maestra, perchè a causa di piccole dimenticanze (scordandoci di portarglielo) glielo ha dato lei.

Andrea ci ha detto che, prima che venisse da noi, era stato eletto vicepresidente dell’associazione di Tulime e per questo, oltre ad essere contento di vederci, era anche contento di dirci che era vicepresidente…

La maestra CATERINA, il giorno prima che venisse ANDREA, ci ha insegnato delle parole in SHAWILI: JAMBO=CIAO  HABARI ZA MCHANA=BUONGIORNO HUJAMBO=COME STAI?

Appena arrivato Andrea le nostre amiche Flavia e Ilaria gli hanno detto le parole in Swahili che  avevamo imparato e pensate… avevano indovinato anche la provincia!!!

Con questa esperienza ci siamo divertiti molto ed abbiamo imparato molte molte cose!!! Abbiamo capito come essere più generosi e più altruisti verso le persone bisognose. E questo ci fa sentire molto felici:) 🙂 :).

ANDATE A VISITARE QUESTO SITO: http://www.tulime.org/

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 12/03/2012 in Tulimiamo

 

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: