RSS

Due aprile 2011: Tulime in piazza per la pace

02 Apr

Tulime onlus aderisce e partecipa alla manifestazione organizzata da Emergency per il 2 aprile, ore 15 a Piazza Navona – Roma

Il video della manifestazione https://www.youtube-nocookie.com/v/meidhbO8Ka4?fs=1&hl=it_IT&rel=0
http://www.flickr.com/apps/slideshow/show.swf?v=71649

 

Leggi e firma l’appello su www.dueaprile.it

Perché l’utopia diventi progetto, dobbiamo innanzitutto imparare a pensare escludendo la guerra dal nostro orizzonte culturale e politico.

Il nostro “NO” alla pratica e alla cultura della guerra è un ripudio definitivo e irreversibile, è il primo passo per fare uscire la guerra dalla storia degli uomini.

Il testo dell’appello

Ancora una volta i governanti hanno scelto la guerra. Gheddafi ha scelto la guerra contro i propri cittadini e i migranti che attraversano la Libia. E il nostro Paese ha scelto la guerra “contro Gheddafi”: ci viene presentata, ancora una volta, come umanitaria, inevitabile, necessaria.

Nessuna guerra può essere umanitaria. La guerra è sempre stata distruzione di pezzi di umanità, uccisione di nostri simili. Ogni “guerra umanitaria” è in realtà un crimine contro l’umanità.

Nessuna guerra è inevitabile. Le guerre appaiono a un certo punto inevitabili solo quando non si è fatto nulla per prevenirle.

Nessuna guerra è necessaria. La guerra è sempre una scelta, non una necessità. E’ la scelta criminale e assurda di uccidere, che esalta la violenza, la diffonde, la amplifica, che genera “cultura di guerra”.

“Questa é dunque la domanda che vi poniamo, chiara, terribile, alla quale non ci si può sottrarre: dobbiamo porre fine alla razza umana o deve l’umanità rinunciare alla guerra? Dal Manifesto di Russell-Einstein, 1955

Perché l’utopia diventi progetto, dobbiamo innanzitutto imparare a pensare escludendo la guerra dal nostro orizzonte culturale e politico.

Il nostro “NO” alla pratica e alla cultura della guerra è un ripudio definitivo e irreversibile, è il primo passo per fare uscire la guerra dalla storia degli uomini.

“La guerra non si può umanizzare, si può solo abolire” Albert Einstein

I testi contro la guerra (da peacereporter)

Bertolt Brecht Einstein-Russell, Woolf, Arendt Voltaire, Erodoto, Bobbio, Milani

Levi, Shakespeare, Hikmet Howard Zinn

Vonnegut, Quasimodo, Twain, Euripide, Rodari, Lee Master, M.L.King, Mandela, A.Roy, Terzani

Ulteriori info per adesioni: www.dueaprile.it

Annunci
 
2 commenti

Pubblicato da su 02/04/2011 in Eventi per coltivare...

 

Tag: , , , ,

2 risposte a “Due aprile 2011: Tulime in piazza per la pace

  1. letizia

    26/03/2011 at 15:07

    pace pace pace pace pace pace

     
  2. ROSA

    02/04/2011 at 10:29

    dal cuore dell’Africa..SOTTOSCRIVO..
    PACEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: