RSS

Dopo il IV MiTING – una testimonianza/1

07 Dic

Arrivata a Roma. Giusto il tempo di posare le foto, pregustandomi tutto quello che succederà fra qualche giorno, in vista della mostra Wasafiri che si terrà nel mio paese natale.

Nella mente tanti, tantissimi pensieri che si susseguono quasi fino a perderne il senso.

IV MiTING di Tulime e dei villaggiRivivo, per l’ennesima volta, l’immagine di qualche ora fa, mentre mi recavo all’aeroporto di Palermo: Francesco che guida il furgoncino blu, Andrea che discute animatamente, il piccolo Zac che dorme tra le braccia di Veronica; tutto nuovo per me, eppure così incredibilmente familiare, aggiungendo un’ulteriore conferma ad un senso di appartenenza che cresce ogni giorno di più. Intendo, per appartenenza, quel legame a qualcuno o qualcosa che, pur non avendo ancora una precisa identità, esiste in maniera imprescindibile. E’ quel legame che va ben oltre le singole persone che vi appartengono, e che nulla ha a che fare con le più disparate storie che vi sono dietro, con le divergenze di opinione e di atteggiamenti di ciascuno. Tutti uniti per la stessa causa, e questo è quello che conta. Ho atteso questo Miting con la smania di una bimba e con la “consapevolezza” di una viaggiatrice che non può non tener conto di quanto sia speciale quello che ha visto, vissuto, constatato. Per diverso tempo, fino a qualche giorno fa, ho pensato a quello che avrei potuto e dovuto dire durante la presentazione di Roma-Masege, fino a che non ho capito che, probabilmente, l’unica cosa sensata fosse lasciarsi andare, semplicemente. Così è stato, il tutto scandito da silenzi di quanti hanno avuto la voglia ed il piacere di ascoltare e condividere. Volti che non avevo mai visto prima, e che probabilmente in futuro rivedrò un’altra volta, ed un’altra volta ancora. Per continuare a parlare, discutere, vivere e rivivere l’amore imprescindibile per l’Africa e per quello che essa rappresenta.

Gli argomenti affrontati sono stati, per me, un importante motivo di riflessione, di conoscenza.

Farò tesoro di tutto quello che è stato fatto e detto, sempre e soltanto con l’intento di sostenere Tulime ed i “tulimiani”, senza distinzione alcuna. L’entusiasmo che ci alimenta è grande, e lo si avverte dal totale coinvolgimento di ognuno di noi. L’ambulanza, i villaggi, i progetti, la comunicazione…. Una foresta che cresce, e che, si spera possa fare, un giorno, molto più rumore di un singolo albero che cade. Grazie a quanti hanno reso questa esperienza un qualcosa di indimenticabile.

Qui a Roma, intanto, “tulimiamo”…..

Con profonda riconoscenza,

GIOVANNA

Annunci
 
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: